È arrivato il nuovo menu!

Greenwich_menù_2019

Ci siamo presi del tempo per studiare gli ingredienti, per assaggiare cose nuove e fare qualche esperimento in cucina.

Siamo partiti dalle basi, cercando l’equilibrio perfetto del pane, che potesse così racchiudere ed esaltare gli ingredienti dei nostri Burger, Club Sandwich e Bruschette.
Un pane morbido ma al contempo fragrante, un pane artigianale lavorato con cura.

Abbiamo preso i nostri grandi classici e li rielaborati per realizzare qualcosa di nuovo, che non vediamo l’ora possiate assaggiare e degustare.

Ma vogliamo svelarvi qualcosa, perché dopo tanto duro lavoro, finalmente il nuovo menù è nei locali Greenwich.

Il Club Sandwich, il nostro piatto di punta dal 1996, negli anni declinato in vari abbinamenti per soddisfare ogni palato prende una veste nuova…Ecco una delle nuove proposte a menù : Salmone norvegese, stracchino, valeriana e zucchine 

E vi anticipiamo qualcosina anche dei nostri nuovi Burger, sempre più gustosi, rivisti in ottica Gourmet!

 

Non vogliamo svelarvi altro… ora è il momento di raggiungerci a Limena e Curtarolo per scoprire tutti i nostri golosi piatti!

E quindi, siete pronti?

Vi aspettiamo!

Spring Beer Festival : La prima edizione è stata un successo

La prima edizione dello Spring Beer Festival, svoltasi a Fontaniva, si è conclusa registrando più di 600 partecipazioni.

Una full immersion di musica, buon cibo e tanta – tantissima – birra.

Con ben cinque ore di musica live e più di 360litri di birra spinati abbiamo inaugurato la bella stagione superando ogni aspettativa.

Lo Spring Beer Festival nasce dalla voglia di realizzare un evento dal concept nuovo, fatto di buona musica ma anche di una proposta di birre attenta ed accurata.

Siamo felice di aver potuto proporre ben cinque etichette di birra artigianale e di aver fatto conoscere la nostra cucina, fatta di ingredienti sempre freschi e di qualità.

Con più di quattrocento tra Hamburger e ClubSandwich sfornati siamo orgogliosi di aver raggiunto il nostro obiettivo e aver deliziato i vostri palati.

Vogliamo ringraziarvi uno ad uno per essere passati a trovarci e per aver reso lo Spring Beer Festival un grande successo.

E ora?

Ora vi aspettiamo a Curtarolo per la seconda edizione!

Non mancate!

Com’è nato e cresciuto Greenwich Restaurant?

Questa non è una di quelle storie da leggere nelle pagine di un libro o in uno di quei lunghissimi articoli di vecchia data.
Questa è una storia che vi raccontiamo tramite le due curiose testimonianze di chi, l’esperienza Greenwich, l’ha creata con le sue mani.

Vi lasciamo alla visione del video. Se siete stati nei nostri locali conoscere l’eseprienza Greenwich, se invece non avete mai avuto l’occasione di entrare nel nostro mondo allora è giunto il momento di ritrovare il gusto di stare insieme al Greenwich Restaurant.

Greenwich sostiene la tua musica

Come dice Numa Palmer (testimonial degli eventi, artista e produttore, ambasciatrice Unicef) moglie del chitarrista londinese Phil Palmer, storico membro dei Dire Straits “bisogna essere i primi fan di noi stessi”. Per far conoscere la propria musica e il proprio stile, Greenwich in questo 2018 ospita due eventi, una rassegna e il contest:

-MUSICA IN ACTION – ACUSTICA presso il Greenwich Burger & Sandwich Place di Fontaniva (PD) da Febbraio ad Aprile
-GREEN ROCK CONTEST presso il Greenwich Risto Pub & Live Music di Curtarolo (PD) da Gennaio a Marzo

MUSICA IN ACTION – Fontaniva (PD), Via Guglielmo Marconi 104
In questa rassegna la band/artista si esibirà in un repertorio acustico di cover o brani originali per avere la possibilità di entrare in nomination per il ROCKITALY AWARD, raggiungere un possibile ingaggio nella rete di locali Greenwich e ANL, un contratto discografico e la promozione di un anno con uno dei più importanti press office internazionali.

GREEN ROCK CONTEST – Curtarolo (PD), Via Sant’Andrea 48
La band più votata alle selezioni live, potrà andare in finale e conquistare premi come il ROCKITALY AWARD e il Green Rock Award, un contratto discografico, un booking fotografico professionale e la promozione di un anno con uno dei più importanti press office internazionali che darà la possibilità a gruppi che eseguono musica d’autore di esibirsi live su un palco di prestigio.

..e se non sapete suonare potete visitare la mostra fotografica – MUSICA VIVA, VIVA LA MUSICA
Presso il Greenwich music hall di Fontaniva (PD) una galleria con le più belle foto scattate dal vivo, di quelle che catturano le emozioni, le vibrazioni e il sudore degli artisti e delle band che hanno scritto pagine importanti nella musica.

Per entrambe le manifestazioni musicali, curate dall’Associazione A.N.L. non è richiesto alcun contributo alle band/artisti. È inoltre garantita la partecipazione in sala dei partners della manifestazione (talent scout, direttori artistici, label manager, operatori di siti web, radio, giornalisti) che avranno la possibilità di non farsi sfuggire possibili nuovi talenti.

Come avere informazioni, iscriversi e rimanere aggiornati?
Potete scegliere la piattaforma che più vi piace, l’unica cosa che dovete fare è cliccare su uno di questi link!!

Email: artistinolimits@gmail.com
Referente: Matteo tel. 347 302 6951
Sito: http://greenrock.nlz.it
FB GreenRock: https://www.facebook.com/bestmusiccontest
FB Musica in Action: https://www.facebook.com/musicainaction

In collaborazione con EUR RECORDS – DEFOX RECORDS – BRIT BEAT RECORDS – QUEEN RECORDS – HEART OF STEEL RECORDS – DVGATOR PROMOTION – EUROMUSICA TV – BEST MAGAZINE – BEST STAR MAGAZINE – BEST MUSIC MAGAZINE – ROCKITALY – MUSICA FOLLIA – VIRGIN MUSICA – PLAYISTRADIO – RE-WOODSTOCK FESTIVAL – BEST MUSIC CONTEST – VENETO ROCK

Una birra non nasce per caso

Avete presente quando vi raccontano storie di talenti, di idee, di nuove creazioni, in cui c’è sempre un particolare fuori dal normale?

Il caso contribuisce a far sbocciare brillanti idee ma è solo con lo studio e la fatica che diventano geniali. Ed è proprio così che funzionò per la nostra Sant’Andrea e il suo metodo di creazione “dry hopping”.

Il paese natale di questa bevanda è il Sud Africa, più precisamente Città del Capo.
Certo, non è nata fisicamente li, ma è nel cuore di questo paese che venne partorita la sua essenza.

Si dice che un buon viaggiatore non dovrebbe esibirsi, affermare o spiegare, ma tacere, ascoltare e comprendere (cit. Paul Morand); è proprio così che David e Daniele sono riusciti ad intuire la direzione che il mercato avrebbe preso, molti anni prima che la birra artigianale arrivasse in Italia.

Ancora più importante è ciò che la Greenwich Sant’Andrea porta con se, ovvero il suo metodo di creazione chiamato dry hopping.
Il termine risale a qualche secolo fa, quando i mastri birrai inglesi aggiungevano il luppolo all’interno delle botti appena prima di consegnarle ai consumatori.
Oggi, invece, con dry hopping si intende l’aggiunta del luppolo a mosto freddo.

Per la Sant’Andrea questo procedimento è fondamentale poiché è il passaggio attraverso cui è possibile estrarre la miglior qualità aromatica, dando a questa birra artigianale toni floreali e un intenso profumo di luppolo.

Questo breve racconto ci aiuta a comprendere come, in un bicchiere da 33 cl si possa scoprire il viaggio di due fratelli nella creazione di un simbolo della storia Greenwich.

Oggi vogliamo introdurvi nel nostro sandwich CLUB

 

La storia che ruota attorno a questo simbolo culinario ha molte facce, precisamente 3. Infatti sono proprio 3 le biografie che cercano di accaparrarsi il merito della nascita di questo panino.

La prima racconta di una casa da gioco d’elite del Saratoga Club House, per soli uomini, dal cui nome deriverebbe quello del celeberrimo Club Sandwich.

La seconda ci porta nella casa di un ricco signore che rientrato nella sua dimora in tarda notte, si preparò la cena con gli avanzi della sera prima sopperendo alla sua incapacità nel cucinare.

La terza racconta dei viaggi a bordo dei treni americani del 1800 che percorrevano l’East Coast. Durante i lunghi tragitti alcuni viaggiatori insaporivano il classino sandwich londinese con farciture più elaborate che furono le antenate degli ingredienti odierni.

Esiste però una quarta storia. Una storia secondo la quale l’elemento fondamentale per creare un club sandwich è il modo in cui viene preparato. La passione di chi lo prepara e la qualità degli ingredienti hanno fatto si che il club sandwich sia il fiore all’occhiello del Greenwich. È dal lontano 1996 che questo panino domina, dall’alto dei suoi due piani, il palato di ogni persona.

Dalla freschezza di lattuga e pomodoro ramato alla gustosa frittatina condita con sale e pepe. Dal sapore intenso della pancetta stufata affumicata di maiale al formaggio “Dobbiaco” dolce. In pochi e semplici passi nasce il classico clubGreenwich sandiwch servito in piccoli e sfiziosi triangoli accompagnati da un immancabile salsa rosa.

Non resta che provare a morderlo!!